TRIPLICE ALLEANZA TRA RUSSIA, HEZBOLLAH E IRAN: PRONTI A REAGIRE A QUALSIASI ATTACCO IN SIRIA

Le forze alleate del regime di Bashar Assad, le truppe russe, le milizie sciite libanesi di Hezbollah e i soldati iraniani, hanno avvertito che reagiranno a qualsiasi attacco al suolo siriano.

È quanto si legge in un comunicato congiunto emanato dal comando militare alleato 48 ore dopo il raid degli Stati Uniti con 59 missili da crociera Tomahwak alla base aerea di Shayrat.

“L’attacco contro la Siria ha oltrepassato tutte le linee rosse. Pertanto reagiremo con fermezza a qualsiasi aggressione contro la Siria e ad ogni violazione dei limiti insuperabili, chiunque sarà l’aggressore e gli Stati Uniti conoscono molto bene la nostra capacità di reazione”, si legge nel testo pubblicato dal sito del quotidiano Al-Watan, vicino al regime.

Il presidente iraniano, Hassan Rohani, ha chiesto la creazione di un gruppo internazionale formato da Paesi neutrali che indaghi sull’attacco chimico per capire “da dove siano arrivate” quelle armi e “per mezzo di chi e se siano state chimiche o meno”, ha riferito l’agenzia iraniana Irna.

Rohani ha criticato la decisione degli Stati Uniti di attaccare una base aerea in Siria e ha aggiunto che “gli americani si credono la polizia del mondo e i leader dell’universo“.

Dopo aver definito “aggressivo”, “crudele e contro tutti i principi internazionali” l’attacco condotto dagli Usa, Rohani ha aggiunto:”Con quale permesso hanno deciso una misura simile? Non hanno nemmeno chiesto autorizzazione all’Onu o al proprio Congresso”.

Fonte: Qui

loading...