ECCO LA VERITA’ SULLA GUERRA IN SIRIA CHE NESSUNO CI RACCONTA

La verità sulla guerra in Siria non ci viene raccontata.

Lo storico svizzero Daniel Ganser lo ha denunciato in diverse occasioni. Su Youtube gli utenti caricano i video delle sue conferenze, e, dopo averli guardati, cambierà la percezione di noi occidentali di ciò che sta accadendo nel paese mediorientale.

I media ci bombardano con messaggi del tipo “Oggi Assad ammazza il suo popolo, domani Assad ammazza il suo popolo, dopodomani Assad ammazza il suo popolo,” dice Ganser nel video che potete vedere sotto, spiegando che l’obiettivo è sensibilizzare i cittadini alla necessità dell’intervento in Siria: “L’Occidente dovrebbe andare lì e aiutare il popolo siriano e creare una democrazia.”

Quello che i media non dicono, però, aggiunge Ganser, “è che la Siria ha una posizione strategica per tutti gli oleodotti che vanno dall’Iraq al Mediterraneo. Questi oleodotti esistono già, ma al momento sono in mano agli iraniani. Gli iraniani e i siriani sono amici, e se gli iraniani dicono ‘Fermate tutto, ci stanno attaccando, fermate gli oleodotti in Siria’, allora lì non esce più nulla. E se si blocca anche lo stretto di Hormuz allora si ferma tutto. Se si abbatte la Siria, si può attraversare lo stretto di Hormuz e si può rifornire il Mediterraneo.

L’ho detto in un modo un po’ asciutto, ma questa è geostrategia.

Quindi ci chiediamo: ‘Chi dovrebbe portare la democrazia in Siria?’ La risposta è chiara: l’Esercito Libero Siriano’.”

A questo punto Ganser, nel video, mostra una foto dei combattenti, molto che ricordano i terroristi dell’Isis, che dovrebbero portare la democrazia e dice: “Quello che mi sorprende è che viene fatto passare per buono. Domani sarà di nuovo sui giornali: ‘L’Esercito Libero Siriano è per la democrazia. Assad è il dittatore, di dovrebbe affiancare l’Esercito Libero Siriano”.

Quello che giornali e tv non raccontano, però, continua Ganser, è che “l’Esercito Libero Siriano è un qualcosa che assomiglia ad Al Qaeda. Al Qaeda è un movimento di ‘musulmani radicali armati’. L’Esercito Libero Siriano è anche’esso un movimento di ‘musulmani radicali armati’. In soli dodici anni si è riusciti da un lato a dire: ‘questa è Al Qaeda, bisogna fermarli, sono pericolosi’, e dall’altro lato si è detto: ‘Questo è l’Esercito Libero Siriano, sono per la democrazia, dobbiamo dargli più armi’.”

loading...

E voi, conclude Gansner, “ci avete creduto“.